Festa dei morti. La leggenda della bimba e il crisantemo.

Perché il giorno della festa dei morti si portano i crisantemi sulle tombe dei propri cari? In Italia questo fiore (“Chrysanthemum” è il nome scientifico) è da sempre associato al lutto, e anche nella cultura popolare rappresenta un segno di sfortuna e di disgrazia. Ma in sé il fiore è innocente: rappresenta il culto dei morti per un motivo molto semplice, stagionale: i crisantemi fioriscono proprio in autunno, alla fine di ottobre. In questo periodo sono disponibili in abbondanza e in teoria a un prezzo basso, accessibile a tutti.

continua a leggere

Condividi
Indietro