Michele Tossani: lo scienziato dell’infortunologia.

Se fosse ancora vivo, oggi compirebbe 100 anni. Parliamo proprio di lui, il Re dell’Infortunistica, lo scienziato dell’infortunologia. Infatti, il Professor Michele Tossani, fondatore dell’Infortunistica Tossani, nacque il 2 novembre 1918 a Casalfiumanese. E, per vero, quest’uomo generoso e leale, deceduto sette anni fa, fu soprattutto l’ideatore e il fondatore dell’infortunistica. In una parola: un pionieristico imprenditore, uno dei fiori all’occhiello di Bologna.
Tutto ebbe origine casualmente: nel 1949 il Professor Tossani rimase vittima di una caduta accidentale che gli causò la perdita dell’uso del dito mignolo della mano sinistra. Essendo assicurato, si trovò così ad avere a che fare con l’ostracismo burocratico della compagnia assicuratrice. Fu quello il fattore scatenante che stimolò e che determinò Michele Tossani a cambiare la propria attività e la propria vita per dedicarsi ad una nuova missione che lo avrebbe portato ad impegnarsi esclusivamente nella lotta per il rispetto e per la tutela dei diritti delle vittime degli infortuni nei contrasti, nei confronti e nei rapporti con la potenza economica e strutturale delle compagnie assicurative. Nacque così, nel 1952, l’Infortunistica Tossani, con l’intento primario e assoluto di individuare e di attuare in maniera risolutiva tutte le misure d’intervento necessarie per dirimere in modo positivo e vincente i problemi degli infortunati.
Michele Tossani fu un uomo di eccezionali risorse e capacità, sempre coerente, orientato con forza e con coraggio alla realizzazione di questa idea geniale e lungimirante, volta al perseguimento della tutela dei diritti delle persone più deboli, vittime di incidenti stradali – e di ogni altro infortunio, anche sul lavoro o derivante da malasanità – nel confronto diretto con le assicurazioni. L’audacia della sua azione fu indispensabile e risolutiva per il raggiungimento dei traguardi conseguiti, nella lotta per l’ottenimento del giusto risarcimento a favore della parte danneggiata, contro il diktat delle compagnie. Determinante, per la crescita del suo percorso, fu anche aprire altre agenzie in tutt’Italia, assi portanti della sua forza in campo nazionale.
Molte sono le figure che nel corso dei decenni hanno cercato di emularlo, ma l’Infortunistica Tossani è la prima e la più grande organizzazione in Italia e in Europa nel suo settore. E ancora oggi la moglie, Signora Francesca Marchesini Tossani, presidente della più importante e conosciuta azienda infortunistica, con la sua quotidiana partecipazione e con il suo indispensabile intervento nel dirigere l’azienda, con la sua profonda esperienza nel settore dell’infortunistica, con il suo prestigioso staff di professionisti scrupolosamente selezionati fra i migliori del settore (avvocati, medici legali, medici specialisti, periti cinematici, strutture sanitarie private convenzionate, imprese funebri, carrozzerie, …), mantiene vivo il ricordo del Professore e di questa grande opera compiuta da Tossani con il suo impegno professionale ed umano. Attualmente l’Infortunistica Tossani conta 20 agenzie sparse su tutto il territorio italiano, di proprietà, a controllo diretto dalla sede centrale, con oltre 70 fra dipendenti e collaboratori e sta per inaugurare altri quattro nuovi uffici. E, per proseguire nello spirito filantropico culturale del fondatore, sarà bandita una borsa di studio finanziata dall’Infortunistica Tossani, in accordo con l’Università degli Studi di Bologna.

Condividi
Indietro