Napoli. Chiude il cimitero di Poggioreale: “Alberi crollati ovunque: è rischioso”.

Rientrano le assemblee annunciate dai dipendenti, ma sui cimiteri, e sulle ricorrenze in cui si va a far visita ai propri defunti, continuano ad addensarsi nubi. Stamattina ha chiuso il cimitero di Poggioreale, dopo la tempesta di ieri. “Sono caduti tantissimi alberi, parecchi percorsi erano impraticabili. Comprendiamo la straordinarietà dell’evento delle scorse ore, ma non è la prima volta che a Poggioreale accade ciò” denunciano Alessio Salvato e Gennaro Tammaro, delegati Efi per la Campania. Nel mirino l’amministrazione cittadina: “A quanto ci risulta gli alberi erano stati già monitorati dagli agronomi del Comune. Anche senza il forte vento delle scorse ore, già in passato per eventi di ben più lieve caratura alberi importanti erano crollati. Se la situazione era nota, e se sono stati effettuati tutti i rilievi del caso, perché stamattina si contano tantissimi cedimenti? La situazione a Poggioreale è al e il prossimo sciopero dei seppellitori che non prendono stipendi da circa 4 mesi lo dimostra. È il momento di fare qualcosa, in fretta”.

Condividi
Indietro