“Una storia nata per caso”: il regista Ricardo Preve racconta come ha ritrovato Carlo Acefalo, sepolto da 77 anni in Sudan.

Un regista italo-argentino, un sommergibile italiano naufragato nella seconda guerra mondiale, un marinaio sepolto e “dimenticato” per più di 70 anni in un’isola del Sudan e l’idea di riportarlo a casa.
Si potrebbero sintetizzare così gli elementi che compongono l’emozionante storia del ritrovamento di Carlo Acefalo, originario di Castiglione Falletto (in provincia di Cuneo) ma arruolato nel porto di Savona, morto durante il secondo conflitto mondiale e, fino ad un anno fa, rimasto a riposare nel Mar Rosso.
Questa affascinante storia, grazie all’incredibile lavoro del regista Ricardo Preve, socio dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Savona, ora è diventata un film che è stato terminato nei giorni scorsi, proprio mentre si sta lavorando per far rientrare la salma di Carlo Acefalo in Italia passando anche da Savona.

continua a leggere

Condividi
Indietro