16 aprile 1995. Ucciso in Pakistan Iqbal Masih, difensore dei diritti dei bambini.

Viene assassinato in Pakistan Iqbal Masih, tredicenne sindacalista e operaio in un’industria tessile, famoso per il suo impegno contro il lavoro infantile. Una volta liberato dal lavoro minorile, Iqbal inizia a girare il mondo tenendo conferenze per portare avanti la sua battaglia. Grazie a Iqbal, circa tremila piccoli schiavi vengono liberati dal governo pakistano, sotto la pressione dell’opinione pubblica internazionale. I potenti fabbricanti di tappeti non glielo perdonano e lo fanno uccidere.

Condividi
Indietro