Follonica. Raffaele Papa, impresario funebre, si è trasformato in un killer.

Raffaele Papa da lavoratore con moglie e bimba è diventato in un attimo un killer. Follonica si risveglia incredula. Una lite di vicinato finita in tragedia. Originario di Marcianise, 30 anni, figlio di un medico condotto che esercita a Follonica, è lui l’uomo arrestato per l’omicidio di Salvatore De Simone. È stato lui, al culmine di una violenta lite con i fratelli dell’hotel Stella, ad impugnare una pistola e a fare fuoco. “Vado a prendere la pistola” avrebbe detto. Ha ucciso Salvatore De Simone e ferito suo fratello Massimiliano. Ferita anche la farmacista Paola Martinozzi, estranea ai fatti, che si trovava sulla linea di tiro. Una lite per questioni di vicinato finita nel sangue. L’omicida ha trascorso la notte in stato di fermo nella caserma dei Carabinieri di Grosseto. Papa, insieme al padre, ha deciso di prendere in gestione la rosticceria che si trova proprio accanto all’ingresso dell’hotel Stella. La rosticceria non era la principale attività di Papa a Follonica. Da un paio di anni era il titolare di un’impresa di pompe funebri.

Condividi
Indietro