fbpx

Le forme e le differenze del suicidio nei diversi quadri psicopatologici.

Milano. Madre e figlia hanno tentato il suicidio: la madre, di 90 anni, non è riuscita a sopravvivere, mentre la figlia, 56 anni, è stata salvata in tempo. Quest’ultima ha raccontato di aver deciso insieme alla mamma, anche lei sotto cure mentali, di suicidarsi ingerendo barbiturici. La donna ha già fornito la propria dichiarazione alle forze dell’ordine e le analisi scientifiche svolte presso l’abitazione sembrano dar credito alle sue dichiarazioni. Il suicidio ha diverse forme e caratteristiche, nonostante siano tutte centrati sull’obiettivo finale di smettere di vivere perché la vita non è ciò che si desidera. In particolare, il suicidio assume forme diverse nei diversi quadri psicopatologici: le differenze più eclatanti si ritrovano nel caso del suicidio depressivo, del suicidio narcisistico e del suicidio borderline.

continua a leggere

Condividi
Indietro