14 febbraio 1929. Chicago: la guerra delle mafie.

Durante il conflitto tra bande per il controllo della città e del mercato degli alcolici, Al Capone manda i suoi uomini a uccidere quelli di un boss rivale, l’irlandese Bugs Moran. Gli uomini del “napoletano”, vestiti da poliziotti, sterminano Moran e i suoi scagnozzi, dopo averli fatti mettere al muro per quello che sembrava un controllo delle forze dell’ordine. Questa operazione, che segna l’inizio della supremazia della mafia italo-americana a Chicago, ispirerà Billy Wilder per l’incipit di “A qualcuno piace caldo”.

295

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro