Anche la Calabria si avvia a regolare con propria normativa il settore funerario e di polizia mortuaria.

La terza Commissione consiliare della Regione Calabria, “Sanità, Attività Sociali, Culturali e Formative”, ha approvato il 7 dicembre 2017 la proposta di legge n. 280 di iniziativa dei consiglieri Sinibaldo Esposito e Giuseppe Giudiceandrea con sui si dettano disposizioni in materia di funeraria e di polizia mortuaria. “La presente normativa”, si legge nella relazione di accompagnamento, “intende dettagliare tutti gli aspetti della materia funeraria relativi al decesso delle persone, indipendentemente dalla fede religiosa e dall’appartenenza culturale, allo scopo di garantire a tutti di scegliere liberamente la forma di sepoltura o di cremazione”. La proposta di legge si sviluppa in 35 articoli e sei Titoli, stabilendo i compiti della Regione, degli enti locali e delle Asp. Inoltre definisce con precisione lo svolgimento dell’attività funebre come servizio pubblico garantito da operatori professionalmente preparati e dotati di relative autorizzazioni all’esercizio dell’attività.

fonte: www.funerali.org

Condividi
Indietro