Rovigo. Offerta conforme: la privatizzazione delle onoranze funebri va avanti.

L’offerta è tecnicamente corretta. È una srl con sede a San Bellino, la M.K.M, costituita poche settimane fa (evidentemente con lo scopo di partecipare all’asta pubblica) ad essersi aggiudicata provvisoriamente le quote di maggioranza di Asm Onoranze funebri. La documentazione, vagliata dalla commissione tecnica dopo l’apertura dell’unica busta pervenuta, è stata giudicata conforme e dunque si può procedere con il percorso di cessione. Alla guida della M.K.M, come legale rappresentante, c’è una lendinarese, Anna Mantovani, finora impegnate in altre attività imprenditoriali. L’offerta economica presentata dalla società è stata di 460mila euro, 5mila 500 euro in più rispetto alla base d’asta fissata da Asm spa per le proprie azioni, che saranno corrisposte in 60 rate. Si diceva aggiudicazione sì, ma provvisoria. C’è infatti una terza società, la Lorandi spa, che è già socia al 10% di Onoranze Funebri e che per questo motivo gode del diritto di prelazione. Volendo, a questo punto avrà 30 giorni di tempo per farlo valere, vale a dire per pareggiare l’offerta presentata. Tradotto: comunque vada, il prossimo 7 dicembre Asm Onoranze Funebri avrà un nuovo proprietario e il pubblico uscirà dal mercato delle onoranze funebri, un settore non strategico e per il quale anche la Legge Madia ha imposto la dismissione.

331

Condividi
Indietro