fbpx

Cimitero di Cosenza: non può portare i fiori al padre defunto perché “piovono” calcinacci.

Lo stato di degrado e di completo abbandono in cui versa il Cimitero di Cosenza, ed in particolare la Cappella della Chiesa comunale, – scrive in una lettera di protesta una cittadina di Cosenza – stride con la sua maestosità monumentale, gioiello dal punto di vista storico, architettonico e culturale, in considerazione di illustri personaggi del passato ivi sepolti e della presenza di cappelle gentilizie intitolate a famiglie che hanno dato lustro ed hanno fatto la storia di Cosenza. Parliamo di una delle cappelle più antiche, anzi forse la più antica, da anni abbandonata e lasciata nell’incuria totale”.

continua a leggere

Indietro