14 settembre 1988. Assassinato a Trapani il giudice Giacomelli.

giacomelliIl giudice Alberto Giacomelli, presidente di Corte d’ Assise in pensione, viene ucciso mentre sta rientrando a piedi nella sua casa di campagna. Il magistrato ha 69 anni e, da presidente di sezione del tribunale, aveva confiscato terreni e case a Mazara del Vallo di proprietà di Gaetano Riina, fratello del boss di Cosa Nostra. Presidente della Corte nel processo d’ appello per l’ omicidio del capitano Basile, aveva ritenuto i tre imputati Bonanno, Madonia e Puccio colpevoli e li aveva condannati all’ergastolo. La Cassazione aveva poi annullato il processo.

202

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro