Milano. Tampona e uccide un uomo mentre guida ubriaco e telefona. Il pm: resti in carcere.

Non solo guidava in stato di ebbrezza, ma si era distratto per guardare il cellulare. Così ha provocato un incidente stradale nel quale è morta una persona. Per questo, con l’accusa di omicidio stradale aggravato, il pm di Milano Sara Arduini ha chiesto la convalida dell’arresto e la misura della custodia cautelare in carcere per un peruviano di 34 anni che venerdì mattina a Milano, al volante di un van, ha tamponato a velocità elevata una Mini Cooper d’epoca ferma al semaforo rosso uccidendo un avvocato di 31 anni.

continua a leggere

233

Condividi
Indietro