L’ultimo pasto dei condannati a morte.

In molti paesi al mondo c’è l’abitudine di servire a una persona condannata a morte un piatto a sua scelta, esaudendo quindi una sorta di ultimo desiderio. È un rito informale, ma radicato: per questo nel 2011 si discusse a lungo della decisione del Texas di abolirlo. Il fotografo Henry Hargreaves ebbe allora l’idea di fotografare gli ultimi pasti di alcuni detenuti prima che venisse eseguita la condanna a morte: scrisse a loro e alle autorità carcerarie, ma non ottenne il permesso di fotografarli dal vivo e pensò quindi di scoprire online quali fossero stati gli ultimi pasti di detenuti più o meno famosi, di ricrearli e quindi fotografarli. Ne è venuto fuori il progetto “No Seconds” che negli ultimi anni è stato più volte segnalato e pubblicato da siti e giornali in tutto il mondo.

continua a leggere

118

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro